Devo rianimare?

Teoricamente, un tentativo di rianimazione può essere fatto in qualsiasi situazione di arresto cardiovascolare. Tuttavia, sorgono inevitabilmente domande molto fondamentali:

Decisioni per la rianimazione

Le decisioni di rianimazione hanno la loro base etica in tre principi medico-etici che possono entrare in conflitto in una situazione decisionale concreta.

Il principio di cura obbliga a preservare la vita del paziente se possibile ed è la base per iniziare gli sforzi di rianimazione in situazioni di emergenza senza conoscenza preliminare.

Il dovere di non nuocere è la base per astenersi dagli sforzi di rianimazione se questi causano inutili sofferenze al paziente.

Infine, il dovere di rispettare il diritto all'autodeterminazione del paziente richiede che i tentativi di rianimazione siano evitati se ciò è conforme alla volontà del paziente.

La decisione di rianimazione richiede un'attenta considerazione che tenga conto dei principi di cui sopra. I criteri medici più importanti per decidere se le misure di rianimazione sono indicate o meno sono le possibilità immediate e a lungo termine di sopravvivenza e lo stato di salute previsto del paziente dopo qualsiasi rianimazione. La situazione iniziale è decisiva. È importante se un arresto cardiovascolare si verifica come un evento naturale alla fine della vita come risultato di una grave malattia o come una sorpresa in una persona precedentemente "sana".

Se c'è una possibilità che un paziente possa continuare a vivere senza gravi sequele neurologiche dall'arresto cardiovascolare, un tentativo di rianimazione è indicato da un punto di vista medico. Nei pazienti alla fine della vita, tuttavia, gli sforzi di rianimazione non sono consigliabili.

I seguenti fattori prognostici sono rilevanti per valutare le possibilità di successo degli sforzi di rianimazione. Questi possono essere stimati in anticipo solo in misura limitata.

Fattori prognostici favorevoli

  • Breve intervallo tra l'inizio dell'arresto cardiaco, l'inizio delle misure di rianimazione e la prima defibrillazione (collasso osservato del paziente).
  • Disturbi del ritmo cardiaco tachicardico (tachicardia ventricolare, fibrillazione ventricolare). Questo viene rilevato da un DAE.
  • Buone condizioni di salute del paziente.

Le prognosi elencate sono rilevanti anche per i bambini e gli adolescenti. Nei bambini piccoli in particolare, l'arresto cardiovascolare è spesso preceduto da un arresto respiratorio. In questa situazione, le possibilità di successo della rianimazione sono alte se le misure sono prese prima dell'arresto cardiovascolare (respirazione assistita o artificiale).

Fattori prognostici scadenti

  • Prova confermata di arresto cardiovascolare senza misure di rianimazione efficaci per più di dieci minuti (dopo aver escluso l'ipotermia e senza prove di intossicazione).
  • Assenza di azione elettrica cardiaca (asistolia).
  • Attività elettrica senza polso (PEA).
  • Grave comorbidità e cattiva salute precedente del paziente prima del suo arresto cardiovascolare.
  • Conoscenza certa di una condizione preesistente immediatamente pericolosa per la vita e non trattabile.
  • Circostanze speciali di arresto cardiovascolare (per esempio, politrauma).

Quadro legale

Secondo la legge attuale, c'è un dovere generale di fornire assistenza in una situazione di emergenza. In conformità con le loro conoscenze specialistiche, i medici e gli operatori sanitari sono soggetti a requisiti più elevati rispetto ai profani della medicina. Se la volontà della persona interessata è sconosciuta nella situazione di emergenza e la sua volontà non può essere accertata in tempo utile, la volontà di vivere del paziente deve essere assunta.

Tuttavia, anche in una situazione di emergenza, la volontà del paziente è vincolante per le persone che forniscono il trattamento. Se ci sono chiare indicazioni che una persona rifiuta i tentativi di rianimazione, nessuna misura di rianimazione può essere eseguita. Se questo diventa evidente solo nel corso degli sforzi di rianimazione, ad esempio sulla base di un testamento biologico, la rianimazione deve essere interrotta.

In caso di arresto cardiovascolare in seguito a un tentativo di suicidio, il rifiuto delle misure di rianimazione non può di regola essere dedotto sulla base del solo atto suicida. La storia del suicidio, il metodo, la durata del desiderio suicida, la capacità di giudizio, ecc. richiedono un'attenta considerazione. Tuttavia, questo è di solito impossibile in una situazione di emergenza, ed è per questo che la rianimazione dovrebbe essere tentata in caso di dubbio.

  • In dubbio per la vita!
  • Le domande saranno fatte dopo!
  • Un errore PER la vita è più tollerabile di un errore PER la morte!

Mancata rianimazione con successo:

  • >20 minuti di rianimazione senza ritorno dell'azione cardiaca con circolazione spontanea.
  • Se un'azione cardiaca spontanea con effetto circolatorio si verifica di nuovo temporaneamente durante la rianimazione, il periodo di rianimazione di 20 minuti inizia di nuovo.
  • La decisione dovrebbe essere presa da un paramedico o da un medico.

Richiesta di formazione

Offriamo una varietà di corsi di formazione.
Inviaci una e-mail o chiamaci allo 055 460 22 44.

Campi obbligatori

I migliori defibrillatori

Defibrillatori che hanno dato prova di sé nel corso degli anni.

defibrillatore-pad-automatico

PAD automatico

Il defibrillatore ad accesso pubblico (PAD) intelligente di ultima generazione con caratteristiche...

defibrillatore-lifepak-cr2

LIFEPAK CR2

Grazie al suo funzionamento semplice e ai simboli autoesplicativi, il defibrillatore LIFEPAK CR2 è particolarmente...

defibrillatore pad semi-automatico

Defibrillatore PAD

Il defibrillatore ad accesso pubblico (PAD) intelligente di ultima generazione con caratteristiche...

defibrillatore-heartsine-500p

HeartSine samaritan 500P

Defibrillatore laico con feedback sulla RCP

defibrillatore-zoll-aed-3-cpr-feedback

ZOLL AED 3

Defibrillatore con tecnologia Real CPR Help che aiuta i primi soccorritori a eseguire una RCP di alta qualità....

defibrillatore pad pro

PAD Pro

Un defibrillatore unico per laici e professionisti del settore medico

Tutti i defibrillatori

Sconvolgentemente semplice!

...